giovedì 20 ottobre 2011

Fleurcup: nuove idee per donne moderne

Ogni tanto compaiono su Facebook pubblicità spiazzanti. Non è certo la prima volta, ma questa è degna di nota.

Il prodotto si chiama FleurCup, sul sito che lo presenta (fleurcup.com) dicono sia una “coppetta mestruale”. Senza scendere nei particolari – anche perché si possono persino scaricare le istruzioni – è una specie di scodella a forma di campana che s’inserisce e raccoglie i fluidi scongiurando quindi inutili ed inopportuni spargimenti di sangue…

Sempre secondo le istruzioni, per essere inserita si può piegare in vari modi, potete creare addirittura un simpatico origami.

“Sicura, affidabile, pratica, comoda, economica, ecologica e... sensuale”, dicono. Sensuale?

E tra le FAQ ne spicca una a cui tutte noi donne non vedevamo l’ora di poter dare risposta:

“Come procedere se devo vuotare la coppetta mestruale Fleurcup nei bagni pubblici?”
Risposta: “Basta toglierla, vuotarne il contenuto nel wc, asciugarla con della carta igienica o un fazzoletto e riposizionarla. In questo caso, pulire la coppetta appena possibile. Come numerose donne, potrete anche prevedere una bottiglia d’acqua per sciacquare la coppetta mestruale Fleurcup con la massima discrezione. Ma sappiate che la maggior parte delle donne ha bisogno di vuotarla solo poche volte al giorno e ha quindi raramente bisogno di farlo nei bagni pubblici”.

Quando ho smesso di sgranare gli occhi ho dato un'occhiata alle opinioni (femminili, s'intende) postate in Rete e mi sono resa conto che, in realtà, in molte sono soddisfatte. Fleurcup è anche osannata in alcuni portali eco-maniaci.

Ebbene, no, non la proverò. Semplicemente mi chiedo se sia io a preferire sempre, comunque e dovunque le soluzioni tradizionali o se sia il resto del mondo a farsi trascinare nel baratro di qualsiasi oggetto abbia una qualche parvenza di novità......


14 commenti:

Alessandra ha detto...

ciao!uso la coppetta da marzo,e mi dispiace non averlo fatto prima!
è comodissima!
e, ovviamente, ecologica ed economica!
se ti viene un minimo di curiosità, provala, davvero, ti si aprirà un mondo!!
Alessandra

Aurora ha detto...

Solitamente sono la prima che non si esalta molto per le novità, ma sai, quando una non sa più dove sbattere la testa essendo soggetta a continue cistiti, soprattutto in quei giorni, le prova tutte.. Risultato? Sono mesi che uso la coppetta e sono mesi che non ho una cistite in quei giorni nè nei successivi.. coincidenza o è la coppetta (uso proprio una fleurcup!) ad essere più igienica dei tradizionali (chimici) assorbenti?! ;) Non sono una eco-maniaca, l'ho consigliata alle mie amiche (e alcune l'hanno presa) perchè è anche dannatamente comoda (come non averle, sono sempre pulita e asciutta!! un sogno!) ed economica. Non ho più comprato un assorbente, bene per il portafoglio no? E' anche ecologica? Tanto meglio! Ma prima di tutto è un sollievo per me stessa. Svuotarla è decisamente meno terribile di quanto si pensi, mi sono stupita io per prima! :D So che è "strana", ma mi dispiace anche che ci siano donne che la scartano immediatamente come idea perchè "ah ma che schifo!".. io ora ho più "schifo" solo a pensare alla sensazione di sporco e umidiccio a contatto con la patata... nonono per carità!! MAI PIU'!!! :D
PS: no, non so nemmeno io cosa intendano per sensuale (ahahah!!) e per pulirla nei bagni pubblici (anche se mi è successo solo 2 volte) uso le salviettine intime umidificate, che tenevo sempre in borsa anche prima della coppetta, poi appena a casa la lavo meglio. Non è così complicato, davvero :)

Anonimo ha detto...

una volta erano originali anche gli assorbenti. vorrei vederti camminare con 5 paia di mutandoni, cotone e garze xD e invece cosa diciamo degli assorbenti interni che tutti usano? mia nonna non penso che avrebbe avuto l'idea di provarli! si chiama evoluzione, se alle donne piace, lascialo usare. Per esempio ho provato una volta quello interno e posso dire che non mi ha soddisfatta, proverò con questo, se funziona ci sarà una donna felice in più. se non vuoi provare accetto la tua idea, ma discriminare questa coppetta è senza senso. ;)

dANNAta ha detto...

Io parlavo di comunicazione comunque.
Non contesto l'idea di prodotto, anzi, ho appunto specificato che molte opinioni in merito sono assolutamente positive.
Francamente la parola "sensuale" mi ha colpita e ho tentato di ragionarci con ironia, tutto qua.
E mi colpisce anche che il parlare di un prodotto e dire di non volerlo provare sia per te discriminante...

Anonimo ha detto...

io uso una coppetta simile ormai da 2-3 anni.
unico diffetto - peccato di non averla scoperta prima!
e adesso nel dettaglio:
Sicura - quando impari ad usarla - non c'è il modo più sicuro per evitare i momenti di dispiacere (come perdite), non ci sono stati i sindromi dello shock tossico.
affidabile - come nel primo caso una volta che impari - puoi andare in giro anche nuda, ovviamente anche il problema dell'odore non esiste più.
pratica - occupa spazio come un'assorbente, si può inserire il giorno prima del ciclo (per evitare le perdite improvvise) e toglierla giorni dopo la fine del ciclo
comoda - una volta inserita la coppetta non la senti più, non come l'assorbenti interni, che irritano le mucosi, - non parliamo neanche di quelli interni tra il caldo, l'irritazione e l'odore - sono isopportabili, con la coppetta puoi andare in piscina, al mare, giocare a pallavolo, andare in bicicletta - il problema "ciclo" non esiste più
economica - uso la mia coppetta da quasi 3 anni, quindi non ho più speso una lira per assorbenti vari.
ecologica - vabbeh.. si sa che gli assorbenti sono inquinanti, perchè per fargli belli bianchi si usano dei prodotti chimici
sensuale - sono d'accordissimo! anche il mio marito lo è! dormiamo di solito solo con la maglietta e quindi l'assenza di un mutandone "salva perdite" è sensuale.

dANNAta ha detto...

bè, invito ufficialmente l'azienda a farmela provare... mettiamola così...

Anonimo ha detto...

beh.. la decisione è tua.
se non sei convinta - continua pure ad usare quello che usi attualmente.
io ne ho 2 ed il mio ciclo adesso è solamente la questione di svuotare la coppetta la mattina e la sera, nient'altro.
viviamo nel mondo libero, siamo libere ad accettare le novità oppure respingerle.

dANNAta ha detto...

Assolutamente d'accordo.
Ma ripeto che la mia non voleva essere una critica verso chi ha già sperimentato il prodotto. Mi ha colpito la descrizione e soprattutto credo fermamente che definirlo "sensuale" non sia azzeccatissimo... è un'opinione, quindi contestabile anche questa...

Anonimo ha detto...

personalmente continuo a bloccare la visibilità di questa pubblicità su facebook e me la ritrovo costantemente...ho deciso di fare un giro per leggere le opinioni e sono rimasta davvero basita nel leggere tutto questo entusiasmo da parte di chi la usa, a me fa veramente schifo anche solo l'idea *_*
insomma, come dice la nostra amica "pensare alla patata umidiccia tutto il giorno" non credo sia peggio che sapere di tenere quel coso pieno dentro dalla mattina alla sera...poi ovviamente ad ognuno la proprio libertà di scelta

Anonimo ha detto...

a me, scusate l'onestà, viene da vomitare solo all'idea di doverla vuotare!!
evviva gli assorbenti interni usa e getta!

Anonimo ha detto...

concordo in pieno, siceramente anche a me fa venire la nausea anche solo il pensiero di averlo dentro tutto il giorno, e poi svuotarlo, già quei giorni non li vivo benissimo, torturarmi così non ne ho voglia, poi che sia davvero così igienico mi fa venire dei seri dubbi :(
Sensuale? alla faccia, deh........

Anonimo ha detto...

Ma scusate...come fa ad essere igienico???? L'assorbente interno lo cambi spesso e lo butti, quel coso rimane dentro tutto il giorno o svariate ore, insieme al sangue rancido che se esce dalla vagina...è perchè DEVE uscire!! Almeno con gli assorbenti li cambi spesso e non hai mai "ristagno".

Lucy ha detto...

Ciao! Sono una maniaca delle novità femminili (ho usato il tampax molto giovane) e naturalmente ero entusisasta della coppetta mestruale. Faccio un lavoro dove sono spesso fuori casa e senza possibilità di bagni, quindi l'idea di non dover correre ogni due ore dietro un cespuglio o cercare altro luogo dove provvedere al cambio tampone, era troppo allettante. Ieri l'ho usata per la prima volta: una delusione. La difficoltà d'inserimento è superabile certamente con un pò di pratica. Una volta inserito l'ho trovato scomodo: mi sentivo premere sulla vescica, una pressione strana all'altezza dei reni e qualche altro indicatore sensoriale che allertava sulla presenza della coppetta. L'ho tenuto un'oretta dopodichè ho deciso di toglierlo. Al momento dell'estrazione mi sono resa conto che le dita vengono a contatto con la vagina, dato che bisogna fare un pò pressione sul fondo per eliminare l'effetto ventosa della coppetta, e questo non mi sembra molto igienico. L'ho sciacquato e l'ho reinserito per provarci ancora: nulla. Il fastidio c'era e l'estrazione, in effetti, risultava poco igienica.
Io ho comprato la misura grande, ho pensato forse che avrei dovuto acquistare la piccola a questo punto, ma non penso ci siano grandi differenze. Ci riproverò oggi. Il fastidio potrebbe certamente essere superato, ma se penso alla facilità di inserimento ed estrazione del tampax, dove le dita non vengono a contatto con le pareti esterne vaginali, e dove non hai bisogno di luogo dove svuotare la coppetta...
Sono un pò delusa perchè pensavo di aver risolto un pò di disagi.

Giulia Stelladineve ha detto...

La parola sensuale forse è un po' eccessiva però...

non so, io quando ho il ciclo e dormo col mio compagno odio avere l'assorbente gigante che se mi sfiora il sedere lo sente :( Il tampax non lo uso di notte perché mi dà abbastanza irritazione di giorno... con la coppetta mi sento più tranquilla, magari non sensuale ma nemmeno in imbarazzo..

Posta un commento